Vai al menu principale |  Vai ai contenuti della pagina

GUIDA AI SERVIZI

IMU IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA 2015 - GUIDA ALL'IMPOSTA

Questo servizio è stato letto 1735 volte
Visualizza le news dell'area: Tributi e Ragioneria
Visualizza la scheda: Tributi
Questo servizio è collegato ai seguenti Eventi della vita: Acquistare casa, Cambiare casa, Costruire/ristrutturare casa, Imposte dirette (sulle proprietà), Imposte dirette (proprietà)

Dal 1 gennaio 2014 è in vigore l'imposta unica comunale - IUC nella componente di natura patrimoniale denominata IMU - Imposta Municpale Propria;
La disciplina dell'IMU per il Comune di Meda è contenuta nel regolamento comunale di applicazione del tributo e con la deliberazione di Consiglio Comunale n. 14 del 20 Luglio 2015, sono state stabilite le aliquote per l'anno 2015, confermando quelle dell'anno precedente e aumentando il limite di reddito imponibile per le abitazioni concesse in uso gratuito e  precisamente:

  • 0,40 per cento - per i fabbricati adibiti ad abitazione principale ed una (1) sola pertinenza per ogni categoria C/6 - C/2 - C/7 per le abitazioni in categoria catastale A/1 - A/8 - A/9 e detrazione stabilita in euro 200,00;
  • 0,40 per cento - Immobile destinati ad abitazione principale con contratti di affito a canone agevolato (Art. 2 c.4 L. 431/1998);
  • 0,53 per cento - Unità immobiliare in categoria "A" adibite ad abitazione principale con le relative pertinenze in categ. C/2-C/6-C/7 concesse in uso gratuito a parenti in linea retta di 1° grado (genitori/figli -figli/genitori) e con indicatore del proprietario dell'immobile  ai fini ISEE inferiore a € 30.000,00. Presentare richiesta di aliquota agevolata con apposita comunicazione, allegando il modello ISEE entro 31/12/2015, a pena di decadenza dal diritto; 
  • 0,85 per cento - Unità immobiliari in categoria C/3;
  • 1,06 per cento - Altri fabbricati;
  • 1,06 per cento - Aree fabbricabili - terreni

BASE IMPONIBILE

È dovuta per l'anno solare proporzionalmente alla quota di possesso o di diritto e deve essere calcolata sulla base dei mesi di possesso durante l'anno; il mese durante il quale il possesso è protratto per almeno 15 giorni è considerato per intero.

L'imposta si determina applicando al valore degli immobili le aliquote previste.
Fabbricati - Il valore è dato dalla rendita catastale, aumentata del 5%, moltiplicata per i seguenti coefficienti:

160 per i fabbricati classificati nel gruppo catastale A (escluso categoria A/10) - C/2 -C/6 - C/7
140 per i fabbricati classificati nel gruppo catastale B e categorie C/3 - C/4 - C/5
80 per la categoria D/5 - A/10
65 per la categoria D (esclusi fabbricati categoria D/5)
55 fabbricati di categoria C/1
Aree fabbricabili - Valore venale in comune commercio al 1 Gennaio dell'anno di imposizione.

MODALITA' E TERMINI DI VERSAMENTO PER L'ANNO 2015

Il pagamento deve essere effettuato tramite modello F24, in due rate le cui scadenze sono:

- 16 giugno - versamento in acconto pari al 50% del tributo dovuto per l'intero anno con le aliquote deliberate per l'anno 2014;
- 16 dicembre - versamento a saldo del tributo dovuto per l'intero anno con le aliquote  approvate dal Consiglio Comunale nella seduta del 20 luglio e invariate rispetto all'anno precedente.

E' disponibile per il calcolo dell'imposta e per la stampa del relativo modello F24 per il pagamento nella sezione  servizio on-line il servizio IMU e TASI 2015

I versamenti vanno effettuati procedendo all'arrotondamento per difetto fino a 49 centesimi e per eccesso se superiore (1,49=1,00 - 1,50=2,00).
Il versamento non andrà effettuato se l'importo totale annuo non è superiore a 12,00 €

I modelli F24 sono a disposizione presso le banche e gli uffici postali. I versamenti di F24 di importo superiore a 1.000,00 euro devono essre effettuati obbligatoriamente tramite il servizio telematico dell'Agenzia delle Entrate o dagli intermediari convenzionati.

Il codice catastale del Comune è F078.

ELENCO CODICI TRIBUTO - IMU

3912 IMU Comune abitazione principale e relative pertinenze (abitazioni classificate A/1 - A/8 - A/9)

3916 IMU Comune per le aree fabbricabili

3918 IMU Comune per gli altri fabbricati

3930 IMU Immobili ad uso produttivo gruppo catastale D Incremento Comune

3925 IMU immobili ad uso produttivo gruppo catastale D - Stato

ULTERIORI NOTIZIE

A partire dall'anno 2013 sono state apportate delle modificazioni alla disciplina dell'IMU.

In primo luogo viene eliminata la quota statale del tributo riservandola unicamente ai Comuni, conseguentemente dal 1/1/2013 i Comuni beneficiano dell'intero tributo dovuto per tutti gli immobili imponibili, fatta eccezione per gli immobili ad uso produttivo classificati nel gruppo catastale D per i quali è riservato allo Stato il gettito ad aliquota standard dello 0,76%, mentre la maggiorazione dell'aliquota approvata dal Consiglio Comunale verrà introitata dal Comune.

Dal 1 Gennaio 2013 il moltiplicatore per i fabbricati classificati nel gruppo catastale D, ad eccezione dei D/5, è elevato a 65.

Inoltre a partire dalla rata di saldo IMU 2013 non è dovuta la seconda rata relativa ai fabbricati costruiti e destinati dall'impresa costruttrice alla vendita, fintanto che permanga tale destinazione e non siano in ogni caso locati. I destinatari sono le imprese costruttrici ovvero quelle titolari del permesso di costruire. Si deve trattare di fabbricati alla cui produzione o scambio è diretta l'attività dell'impresa, contabilizzati in bilancio a costi, ricavi e rimanenze. L'agevolazione riguarda quindi gli immobili accatastati e non l'area fabbricabile che rimane soggetta all'aliquota ordinaria. La condizione di immobile merci deve essere obbligatoriamente dichiarata, presentando dichiarazione IMU nei termini di legge.

Inoltre si ricorda che con il Decreto Legge n. 102 del 31/8/2013, convertito nella L.124/2013 e con il Decreto Legge n. 133 del 30/11/2013 si è disposto, che per l'anno 2013 non è dovuta l'imposta per le unità immobiliari adibite ad abitazione principale. Con la L. 147/2013 tale esclusione viene confermata anche gli anni successivi e quindi non è dovuta l'imposta:

per le unità immobiliari adibite ad abitazione principale e relative pertinenze ad eccezione delle abitazioni principali di categoria catastale A/1 - A/8 - A/9 e relative pertinenze;
per le altre abitazioni equiparate dalla legge e dai regolamenti all'abitazione principale;
E' considerata assimilata all'abitazione principale una ed una sola abitazione di italiani residenti all'estero (AIRE) già pensionati nei rispettivi paesi di residenza

Gli immobili dichiarati inagibili vanno opportunamente dichiarati e verranno verificati dall'Ufficio Tecnico Comunale (come in sede di applicazione I.C.I.). Su tali immobili è possibile usufruire della riduzione al 50% della base imponibile. Vedasi allegati.

 

Anche per gli immobili dichiarati a carattere storico o artistico come riferimento art 10 D.to Lgs N. 42/2004 la base imponibile è ridotta al 50%.

RAVVEDIMENTO

Nel caso di pagamento del tributo oltre la scadenza è possibile, avvalersi, dell'istituto del ravvedimento operoso.

Sono possibili diverse tipologie di ravvedimento operoso:

1) Ravvedimento sprint: entro 14 giorni di ritardo sanzione dello 0,2% per ogni giorno di ritardo (fino al massino del 2,80%)

2) Ravvedimento breve: da 15 a 30 giorni di ritardo sanzione del 3%

2) Ravvedimento breve: da 31 a 90 giorni di ritardo sanzione del 3,3%

3) Ravvedimento lungo: oltre i 90 giorni di ritardo sanzione del 3,75% e fino a un anno dalla scadenza

Sull'imposta dovuta andranno inoltre calcolati gli interessi giornalieri nella misura del 0,50% annuo stabilito dal 1.1.2015

Anche per il ravvedimento operoso si può utilizzare il servizio di calcolo on-line IMU Com messo a disposizione.

DICHIARAZIONI IUC (IMU/TASI)

Con decreto del 30 Ottobre 2012 è stato approvato il modello e le relative istruzioni per la dichiarazione IMU.

Per l'anno 2015 le dichiarazioni IUC (IMU/TASI) devono essere presentate entro il il 30 Giugno 2016. Le dichiarazioni devono essere presentate per tutte le variazioni, che non sono direttamente rilevabili d'ufficio (quali ad esempio: riduzioni /agevolazioni d'imposta - valore terreni /aree fabbricabili ).

Le dichiarazioni ICI presentate restano valide anche per IUC/IMU se non si sono verificate variazioni rispetto alla precedente tassazione.

I modelli di dichiarazione sono utilizzabili per tutti i Comuni italiani e sono a disposizione dei contribuenti. In ogni caso è possibile scaricare il modello e le istruzioni dal sito del Ministero dell'economia e delle finanze - www.finanze.it anche in versione PDF editabile

Meda, 6 Maggio 2015

Aggiorn.  Luglio 2015

A CHI RIVOLGERSI:
Tributi
Tel: 0362/3961
Fax: 0362/75252
Email: tributi@comune.meda.mb.it
NORME COMUNALI O SUPERIORI:

Regolamento comunale di applicazione dell'imposta


Documenti / Moduli / Regolamenti disponibili:
  • -> visualizza/scarica il documento in formato PDF
    PDF
    Elenco caf (182 downloads)
  • -> visualizza/scarica il documento in formato PDF
    PDF
    Riepilogo alliquote acconto (197 downloads)
  • -> visualizza/scarica il documento in formato PDF
    PDF
    Scadenziario IMU TASI (166 downloads)
  • -> visualizza/scarica il documento in formato PDF
    PDF
    Richiesta di rimborso (167 downloads)
  • -> visualizza/scarica il documento in formato PDF
    PDF
    Stralcio regolamento IMU ART. 8 (185 downloads)
  • -> visualizza/scarica il documento in formato PDF
    PDF
    IUC IMPOSTA UNICA COMUNALE (246 downloads)
    Regolamento applicazione IMU
  • -> visualizza/scarica il documento in formato PDF
    PDF
    Riepilogo aliquote IMU TASI (179 downloads)
  • -> visualizza/scarica il documento in formato PDF
    PDF
    Delibera approvazione aliquote e detrazioni anno 2015 (329 downloads)
  • -> visualizza/scarica il documento in formato PDF
    PDF
    Richiesta uso gratuito (168 downloads)
  • -> visualizza/scarica il documento in formato PDF
    PDF
    Richiesta inagibilità (127 downloads)